Il Rudere Ribelle

Ormai è notorio: la scuola intitolata ad Adrio Sgangafosso è proprio male in arnese, tanto da essere soprannominata il “Rudere”.
Ma in barba alla sua ostinata fatiscenza, uno sparuto gruppo di ragazzi, armati di gioventù, si oppone al progetto di realizzazione di un aeroporto che dovrebbe sorgere sulle ceneri della scuola. Perciò, spronati dalle parole di un vecchio docente… parole appartenenti a un tempo lontano ma rimaste, come la polvere, scolpite nell’aria, i ragazzi, tra dubbi e ripensamenti, questa scuola, questo “Rudere”, simbolo di un sistema in disfacimento, la vogliono tenere in piedi. A tutti i costi. Con mattoni e calce, certo, ma soprattutto con l’idea che una scuola dignitosa, nell’apparire e nella sostanza, sia un loro diritto.
Il giorno della verità è infine arrivato. Le ruspe rombano e il coraggio svanisce. Ma la Scuola “Adrio Sgangafosso” rimarrà per sempre il crocevia. Di rese dei conti, disillusioni e verità inaspettate.
E per voi, una domanda:

“Sei più Rudere o più Ribelle?”

 
 
PERSONAGGI (in ordine d’apparizione)
RUDI     (studente)
ROCK-O     (studente)
PRIMO     (infermiere)
SECONDO     (infermiere)
IL MATTO     
LA MINISTRA     
ING. CARTAGIGGIONE     (l’imprenditore)
CLEMENTE BOVIO     (il segretario particolare della Ministra)
LA PRESIDE     
NONNO CARLO     
FILA     (studentessa)
MEDINA     (studentessa)
BIANCA     (studentessa)
BRACCIO     (studente)
ESATTORE SALVATORE     
ESATTRICE BERENICE     
ESATTORE ESATTORE     
LA BIDELLA NELLA     
 
 
“THE DANCING RUINS”
Mariagrazia Gatto
Roberta Mineo
Fabiana Picco
Monica Pirovano
 
REGIA
Dino Vollaro
AIUTO REGIA
Luca Pirovano
 
COORDINAMENTO SCENOGRAFIE
Angelo Mora
 
 
 
REALIZZAZIONE SCENOGRAFIE
Angelo Mora
Fabrizio Colciaghi
Beppe D’Avenio
Pietro Tedeschi Polmonari
 
COORDINAMENTO COSTUMI
Melissa Pirovano
COREOGRAFIE
“The Dancing Ruins”
 
MUSICHE ORIGINALI
Dino Vollaro
ARRANGIAMENTI
Gabriele Paganoni
 
RRonline
Carmelo Fischetti
PROIEZIONE E LUCI
Maurizio Petrò
 
Un ringraziamento speciale a Beppe Scutellà e Lisa Mazoni per la realizzazione del video e, soprattutto, per la loro sorridente disponibilità!